domenica 15 luglio 2007

Sull'erotico -Parte 3-


Mi sono spesso chiesto da dove provvenga la mia passione per il fumetto.
La risposta sta nell'unione di 3 fattori:
1) tra gli 6 e i 10 anni non mi sono disilluso del fatto che quello che stavo disegnando non corrispondesse alla realtà.
2) mio padre (in arte Giac) ha disegnato dei fumetti in gioventù
3) i fumetti in edicola sono quasi sempre collocati vicino alle riviste pornografiche

Ecco, quest'ultimo punto è vero!
Fin da piccolo, i fumetti erano vicino ai pornazzi. Non so per quale logica gli edicolanti abbiano adottato questa disposizione. Forse perchè ambedue sono considerati generi di sollazzo? Insomma, non ha senso.
La pornografia dovrebbe stare sul lato opposto dei fumetti.
Si?
O forse... no.
Forse è una cospirazione su larga scala!

Mi spiego.
Quando sei piccolo ti interessano le figurine e i fumetti (tra gli articoli dell'edicola). Quando cresci, i tuoi interessi diventano le Magic, i fumetti e... quelle riviste con le donnine nude. Ma non hai l'età per comperarle. Quindi ti appassioni ancora di più ai fumetti perchè sono vicino alle tette in bella vista. Appena hai l'età giusta (anche prima probabilmente) corri subito a comperare un numero de LE ORE, dall'edicolante siuato dall'altra parte della città (così non ti riconoscerà mai). Tutto gasato sfogli il giornale nella tua cameretta e scopri che i servizi fotografici risalgono ai primi anni ottanta e che le donnine che vedi hanno l'età di tua madre.
Malessere.
Che tutto questo sia voluto?
Che le lobbi dell'editoria del fumetto abbiano una connessione con quella della pornografia? Da piccolo compri fumetti, da adolescente continui a comperarli perchè sono vicino ai pornelli, poi compri un pornello e ne rimani deluso, ma intanto la passione per i fumetti rimane e ritorni ad essa.
Secondo voi non ha l'aria di essere una cosa voluta?

He he he...
Naturalmente io ho la mente pregna e tutto questo non ha senso.
O forse si?

Armin.

12 commenti:

LASCIMMIA ha detto...

FUCCUDDAO!!! (come dicono i true provincialotti)
così ha tutto un altro impatto, e direi che ora spacca decisamente!
ma quella storia della madonna? la vedo solo io alla fine mi sa..

Spyro ha detto...

A volte mi spaventi.


Anzi quasi sempre

marcocorona ha detto...

subito nel mio desktop!

Armin Barducci ha detto...

Lascimmia:
-si, è la madonna.
-si, sono blasfemo.
si, sempre.

Spyro:
-c'è un motivo perchè non mi sorprengo mai allo specchio.

Markus Krone:
-vuoi una versione in risoluzia più definita?

Armin.

marcocorona ha detto...

se gli paghi gli alimenti mandamela pure tutta intera scala uno a uno.

DaZa il Vecio ha detto...

Teoria affascinante ^____________________^

Teo Cato ha detto...

Tutto questo mi fa pensare che chi, in stato altamente confusionale corre in bagno con in mano un topolino, in realtà potrebbe fare altro convinto di aver comprato un pornello in preda alla confusione mentale...c'ho la confusione mentale!

marcocorona ha detto...

cristo 'sta troia mi mangia tutti i cantucci!

MARINO NERI ha detto...

arminne la tua teoria è un poco come quella sulle droghe, si passa dal fumetto al porno come si passa dalle droghe leggere alle droghe pesanti...deve esserci una connessione tra immagine sequenziale e carta patinata, la disposizione degli oggetti sullo scaffale dell'edicolante, il fruscio delle pagine lette di nascosto nella propria cameretta...già

Armin Barducci ha detto...

Avete presente la teoria secondo la quale agli inizi degli anni ottanta l'eroina fu introdotto dalle lobbi del potere tra i movimenti pacifisti (giovani perlopiù) come enorme sedativo autodistruttivo?

Ecco...
C'avevano provato anche con i fumetti ricoperti di lsd. Non funzionò. Poi arrivò Miller, Moore e compagnia bella e nel 1986 riuscirono a creare delle storie stupefacenti. Una recente riscerca ha dimostrato che alla fine, i fumetti ricoperti di lsd, hanno funzionato alla grande. Retroattivamente.
L'effetto sparii quando i lattori incontrarono le storie di Liefeld, dieci anni dopo...
Purtoppo non tutti se ne erano accorti.
Ci furono delle vittime.

Armin.

tre - | ...| ha detto...

arminne la tua teoria è un poco come quella sulle droghe, si passa dal fumetto al porno come si passa dalle droghe leggere alle droghe pesanti.

mmm, non l'avevo mai pensata così... ma certo è intrigante come idea.
in realtà vedendo molti dei volti che affolano e si trascinano alle comic convention, mi verrebbe più da credere che dal fumetto si passa alla droga.

3re - | ...|

Armin Barducci ha detto...

Se il gioco di ruolo corrisponde alle droghe leggere, il Cosplay sta a quelle pesanti. :-)

E' tutta una cospirazione!
Armin.