mercoledì 29 luglio 2015

#diariodiunmatrimonio

Lo vedete? Lo vedete bene? Il "Diario di un matrimonio", come avevo promesso, è finito.
Dall'ultimo update sul diario ne son successe di cose. Io e la Suri ci siamo sposati (mavà?!), siamo tornati al lavoro, abbiano fatto il viaggio di nozze in Thailandia e siam tornati (abbastanza acciaccati).

Qui si nota che il diario è bello cicciotto. Pieno di disegni, fotografie e ricordi incollati dentro. La nostra creatura è un ibrido di tutte le esperienze di diario precedenti. Un collage di stili, una cozzagli di "faccio come mi pare e mi diverto nel farlo". 

17 giorni fa siamo partiti con un certo tipo di armamentario (lo vedete qui) e siamo tornati con questo qui sopra. Essere liberi di agire come pare e piace è davvero una garzata. Aggiungi e togli a piacimento e l'unica costante è la costanza stessa, quella di documentare giorno per giorno una frazione di un viaggio complesso e ricolmo di input.

Per fare un esempio, qui ho disegnato a linea chiara e acquerellato.

Qui invece la Suri ha fatto le matite ed io ho inchiostrato.

Collage dei biglietti d'ingresso, commenti, appunti e disegni.

Foto stampate con la Socialmatic ed incollate direttamente nel diario.

Foto e disegni.

Foto della Instax Mini 25 e disegni.

Disegno con un tono di colore.

Infine l'ultima parte del diario è dedicato a tutto ciò che abbiamo raccolto e non incollato dentro durante la documentazione.

In effetti, questa parte è stata intitolata "l'angolo dei ricordi".

Ora passeremo alla postproduzione, dove la Suri deve ancora integrare con delle pagine realizzate da le, io devo fare preventivi e capire come impaginarlo ed infine vedere come produrlo con Underkraut & Sketch Crawlers Bolzano.

Per i più curiosi, sul mio instagram ho messo su un pacco di fotografie del viaggio in Thailandia.



mercoledì 1 luglio 2015

Diario di un matrimonio

Sabato 4 Luglio mi sposo con la Suri.
Inizieremo un nuovo ciclo assieme, un nuovo e grande progetto a lungo termine.

Un progetto più piccolo e a breve termine (ok, non così breve, ma insomma...) è questo "Diario di un matrimonio" che sto tenendo "attorno" al nostro matrimonio. Inizia 12 giorni prima e finisce 23 giorni dopo. Una pagina a giorno che racconta l'accaduto. Un diario fatto di disegni buffi, testimonianze, appunti, sketch realistici, collage, fotografie... tutto quello che mi pare, io lo caccio dentro.

Cercherò di aggiornarlo giornalmente e pubblicarlo sul mio canale instagram.

Gli strumenti di lavoro saranno snelli e non troppo impegnativi. Di base pennarelli Muji, acquerelli Windsor & Newton, colla Pritt, qualche pennello della Pentel, un diario della Hahnenmühle e la Socialmatic della Polaroid.

Quelle che seguono sono delle foto (non della Socialmatic) delle pagine fatte fino ad ora.





Anche la Suri terrà un diario di questo matrimonio e una volta chiuso il progetto, uniamo i diari e li impaginiamo confezionandoli in una pubblicazione cartacea targata Underkraut e Sketch Crawlers Bolzano.

In più scriverò un bell'articolo sulla modalità di lavoro che sta dietro a questo progetto per la rubrica de Lo Spazio Bianco, Autogestione.

Infine vedremo di mettere anche una versione digitale online (qui ci sono delle trattative in corso).

Per ora è tutto.
Seguite l'aggiornamento giornaliero del "Diario di un matrimonio": QUI.
Vado a sposarmi, che è meglio.

sabato 27 giugno 2015

10 anni di corso di fumetto a Schloss Goldrain

Sono davvero 10 anni che tengo questo corso di fumetto presso il Bildunghaus di Schloss Goldrein in Val Venosta (a un ora di macchina da Bolzano). 10 anni. L'età dei partecipanti è dagli 8 ai 12 anni. Questo vuol dire che il prù piccolo dei miei studenti di 10 anni fa, che ai tempi aveva 8 anni, ora è maggiorenne. Questo mi fa sentire un pochino più anziano, ma anche fiero di aver lasciato un'impronta in questa valle, dove difficilmente il mezzo fumetto riesce ad arrivare.


Anche quest'anno è stato molto bello e i ragazzi hanno prodotto una marea di disegni (che potete vedere giusto qui sotto). 













Non ho nulla da dire. Come ogni anno, qui le storie hanno sempre quel che in più. Sono quelle che mi ricordo di più. Continuo a raccontare della storia delle due ciliegie che non vogliono venir mangiate e che alla fine vengono mangiate del 2009. Giusto per fare un esempio.

Come ogni anno ho mantenuto determinate tradizioni:
- mangiare il mais con il pressing. Tutti i giorni.
- ascoltare sempre solo una determinata cosa in macchina (un CD o un canale radio)
- farmi ritrarre in situazioni buffe
- agitarmi della guida degli automobilisti germanici
- agitarmi della guida degli automobilisti svizzeri
- agitarmi della guida degli automobilisti austriaci
- agitarmi della guida degli automobilisti 
- infine... far disegnare i ragazzi come se non ci fosse più un domani

Il corso del 2016 è già stato previsto, quindi... al prossimo anno.



mercoledì 17 giugno 2015

Voci dal Silenzio 2014-2015

Ormai son già due anni che tengo dei corsi di disegno nella Casa Circondariale di Bolzano. Ammetto che entrare in carcere e tenerci dei corsi non è cosa da tutti. Ammetto anche che è un'esperienza ben più che interessante (e stimolante) nonostante il contesto e il quantitativo immane di storie umane che si incontrano. Questi due anni mi hanno portato ad esperienze e conoscenze nuove. 
Ho imparato molto.

State ben certi che farò un progetto, un fumetto, una storia bella lunga ispirata a ciò che ho imparato da quest'esperienza, ma per tutto ciò ci vorrà ancora un bel po di tempo. Intanto tramite Underkraut ed il corso di "Editoria Elettronica" che io e Stefano Casellato abbiamo tenuto con i carcerati, è nato l'ultimo numero di "Voci dal Silenzio", il giornale periodico della Casa Circondariale. Al suo interno ci sono articoli, poesie, riflessioni, disegni, creazioni di artigianato, teatro, musica, fotografia... insomma, un mega riassunto della vita nel carcere di Via Dante. 

Oltre a tenere il corso, anche io ho contribuito alla sua realizzazione con 4 tavole disegnate dove spiego com'è strutturato il mio corso di disegno e su come funziona la simbologia degli elementi visivi delle lettere che i detenuti scrivono ai propri familiari. Dato che "Voci dal Silenzio" è targato Underkraut e dato che sto anche collaborando con "Autogestione", la nuova rubrica de Lo Spazio Bianco, ho unito il tutto con una riflessione su 3 mondi del lavoro che si uniscono per creare delle favolose collaborazioni.

Inoltre si potrà vedere tutte le 4 tavole disegnate da me. Intanto ecco in anteprima la prima tavola.

Per leggere le restati tavole cliccare QUI.


giovedì 11 giugno 2015

Imaginarium 2014-2015

Da quest'anno scolastico (2014-2015) mi sono ritrovato a lavorare, per 3 pomeriggi a settimana, all'interno della Scuola Elementare A. Langer (Bolzano) tenendo dei laboratori creativi per i bambini che fanno il tempo pieno. Il mio laboratorio si chiama Imaginarium, dove tutto viene creato dall'immaginazione.
Il collage qui sopra parla da solo. Racconta di un anno splendido (e faticoso). Parla delle creazioni dei bambini. Parla anche di me, che fungo da veicolo per chi l'immaginazione l'ha persa di vista.

Anche per il prossimo anno scolastico è stata confermata la presenza dell'Imaginarium, non solo 3 giorni a settimana, ma 5. Cioè tutti. Sarà una grande sfida. Ogni giorno far lavorare dei bambini sull'immaginazione e sulla creazione. 
In quest'avventura non sono solo, ma ci sarà anche la Roby con un laboratorio parallelo. Ci alterneremo tutte le classi di tutta la scuola.

Intanto grazie a tutti per quest'anno appena passato: Lorella, Manuel, Patrick, Roby, Karoline,  maestra Valentina e Clara, maestro Omar, Lehrer Thomas, Massimo, Stefano e tutti i bambini dei primi 3 anni delle scuole A. Langer.


mercoledì 10 giugno 2015

Cheap Festival 2015

Anche quest'anno ho partecipato all'Open Call dell'edizione 2015 del CHEAP Festival. Questa qua sopra è il mio contributo.

Questo invece è stato quello dell'edizione 2014.

E questo è il riassunto del 2014 (dove si vede bene il mio albero).