sabato 5 giugno 2010

Mostro VS Mostro (ovvero, non sappiamo fare altro)

Ed ora seguirà una cronaca in differita riguardanti gli eventi che hanno trovato la loro conclusione alle ore 23.00 del 28 Maggio 2010.


Mesi fa.
Incontro Giacomo e mi dice tutto gasato che lo aveva contattato il Burchielli, che aveva un gruppo musicale, che erano i D.A.P., che volevano venire a suonare al festival, che erano accompagnati da il Ciampi, che era uno spettacolo musical/visivo, che si dipingeva e musicava, che ormai l'italiano era andato perso, che la foga aveva preso il sopravvento. Rispondo figo.


Tre giorni prima.
Mi chiama il Ciampi e, chino sui ceci, mi dice che non può venire, ma che lo spettacolo si faceva lo stesso. Ma chi? Io, dice. Io e Hannes, rilancio. Fatta.


Qualche minuto prima dello spettacolo.
Sono distrutto dal festival. La schiena urla di avere pietà, il resto del corpo da a fondo le ultime riserve di energie. Sto bruciando grassi stando fermo (un bel momento). Tra un minuto devo salire sul palco ed iniziare a disegnare e Hannes non è ancora tornato dalla cena. Ce la posso fare da solo? Boh... non me ne preoccupo e salgo.


Ore 22.20.
Arriva Hannes dalla cena e si mette a dipingere subito uno dei suoi mostruosi mostri. Si spennella come delle furie. Zero pensieri, quasi tutta azione. Andiamo sul sicuro dipingendo mostri. I D.A.P. suonano bene.


Ore 23.02.
Il concerto è finito, il dipinto è finito, la prima giornata del festival è finita.
Io sono finito. Da tanto che non ero così stanco. La schiena ha ceduto definitivamente e la mia percezione della realtà è completamente sfasata.
In ogni caso ero contento.
Parecchio.

3 commenti:

Hannes Pasqualini ha detto...

forse non sappiamo fare altro... ma dire che almeno in queste cose ce la caviamo!
Io mi sono divertito un sacco... l'anno prossimo voglio una parete 3x10! così ne facciamo 4 di esseri bizzarri!

Mr. M ha detto...

mancano i credits! mi devi una birra!!! :)

Armin Barducci ha detto...

Hanzo: il prossimo anno sarà una parte fondamentale ed ampliata del festival. :-D

Muruzu: vero, ti devo un braulio, così ti faccio felice. ;-)