martedì 9 settembre 2008

Icaro



Icaro:
fondamentalmente è un matto lucido. Si disegna in testa tutto i giorno con un pennarello. Disegna quello che gli pare, quello che vede, quello che prevede, quello che ascolta dalle conversazioni di altre persone. Anche se non ti guarderà mai in faccia quando gli parli, Icaro è un fine osservatore di vita quotidiana. Osserva e si interroga e poi interroga gli altri. Lo fa come se fosse in moto prepetuo. Continua a ripetere questo procedimento all'infinito. Dato che il procedimento è lungo e a volte più complesso di come descritto prima, un interlocutore occasionale non si accorge di questo modo ossessivamente ripetitivo.
Icaro, a volte, viene seguito da un assistente sociale che lo accompagna per il Quartiere. L'assistente sociale è alto due metri, non mostra espressività facciale ed è muto.

Armin.

4 commenti:

Claudio Cerri ha detto...

Bellissima illustrazione, davvero molto bella.

Armin Barducci ha detto...

Ehi, grazie mille, Claudio!

Armin.

E_Bone ha detto...

Questo io l'adoro gia!
E_B

Armin Barducci ha detto...

Se va tutto bene, me sentirete parlare per un bel po.
Yeah!

Armin.